A Seregno misteriosa aggressione ai danni di due prostitute sudamericane. Ai Carabinieri hanno riferito di essere state colpite alla testa da uno sconosciuto nel loro alloggio.

Mistero sull’aggressione alle prostitute

Sono tuttora in corso le indagini dei Carabinieri sulla misteriosa aggressione ai danni di due sudamericane, colpite alla testa da uno sconosciuto mentre si trovavano nel loro alloggio dietro alla stazione ferroviaria di Seregno. L’episodio si è consumato nei giorni scorsi intorno alla una di notte.

La richiesta di aiuto al “112”

Alla Centrale operativa del “112” è giunta la chiamata con la richiesta di aiuto alle due donne rimaste ferite. Sul posto anche il personale del “118”. Nell’abitazione occupata dalle donne i militari dell’Arma hanno raccolto la loro testimonianza. Hanno aperto loro al presunto aggressore che, tuttavia, non ha portato via nulla dalla casa d’appuntamenti prima di allontanarsi.

Medicate all’ospedale

Le sudamericane sulla quarantina, una con passaporto spagnolo, sono state trasportate in ambulanza e medicate all’ospedale di Desio. Hanno riportato comunque ferite lievi. Al vaglio degli investigatori la ricostruzione dell’episodio e l’attendibilità della testimonianza. In un primo momento  sembrava che le donne fossero state ferite in maniera seria.

Leggi anche:  Studente rapinato sul treno, arrestati tre minorenni

Torna alla home page.