Ventenne monzese preso a morsi, calci e pugni sul treno da due italiani. E’ successo questo pomeriggio sulla tratta Saronno-Albairate.

I due aggressori sono saliti sul convoglio con un cane di grossa taglia e hanno iniziato a minacciare i presenti. Al rifiuto del monzese di dar loro i soldi, lo hanno aggredito prendendolo a calci e pugni e arrivando persino a morsicargli un dito.

L’intervento della PolFer

Immediato l’intervento degli agenti della Polizia Ferroviaria monzese che hanno soccorso il giovane e chiamato il 118. Stando alle prime indiscrezioni, dalla descrizione fisica fornita, gli agenti sarebbero già riusciti a individuare i responsabili a Milano, alla stazione di Porta Garibaldi.

Il 20enne, che ha rifiutato il trasporto in ospedale, è tornato subito a casa insieme alla madre che, nel frattempo, lo aveva raggiunto presso lo scalo ferroviario di via Arosio.