Agli arresti domiciliari il 30enne che sabato notte investì e uccise  Antonio Seria, in via Adda a Monza. Il giovane di Concorezzo era risultato positivo all’alcol test. E’ accusato di omicidio stradale aggravato.

Accettata la richiesta della difesa

Nella giornata di ieri, mercoledì, il concorezzese è stato interrogato nel carcere di Monza dal Gip Silvia Pansini per l’udienza di convalida dell’arresto eseguito dai Carabinieri nella notte tra sabato e domenica. Il 30enne, difeso dall’avvocato di fiducia Annalisa Tonelotto del Foro di Monza ha collaborato, esponendo la propria versione dei fatti. Il concorezzese, lo ricordiamo, avrebbe investito Antonio Sera lungo via Adda, dopo che quest’ultimo era sceso dalla propria autovettura per “regolare i conti” con un altro un autista, un ragazzo di Brugherio con cui aveva litigato nei minuti precedenti.  Per il concorezzese il Pm monzese Vincenzo Fiorillo aveva chiesto la misura cautelare della custodia in carcere, ma il giudice Silvia Pansini ha concesso i domiciliari, accettando la richiesta della difesa.