Agrate ha salutato Ionio Salerno intonando “Bella ciao”. L’uomo, 103 anni, era una figura storica in paese. Si è spento domenica scorsa.

Agrate ha salutato Ionio Salerno intonando “Bella ciao”

Con una cerimonia civile sotto il portico del Comune, Agrate Brianza ha salutato oggi, martedì 3 settembre, Ionio Salerno, morto domenica scorsa all’età di 103 anni.

Ionio è stata una figura storica per Agrate. Ha infatti vissuto da vicino il dramma della Seconda guerra mondiale: la sua militanza, in particolare, è stata segnata dalla decisione di arruolarsi nel Corpo italiano di liberazione dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943.

Al suo fianco fino a qualche anno fa la moglie, Eva Colombo, staffetta partigiana scomparsa nel 2004 e a cui è stata intitolata la sezione dell’Anpi cittadina.

Il ricordo del sindaco e degli esponenti dell’Anpi

Ai funerali oggi erano presenti diversi esponenti dell’Anpi di Agrate e anche di Vimercate. Ha voluto esserci anche il sindaco di Agrate Simone Sironi.

“Nonostante la differenza d’età avevamo un legame molto forte – ha raccontato il sindaco Simone Sironi, che subito dopo la recente elezione aveva voluto salutare proprio Ionio, il suo elettore più anziano – Era una persona molto lucida, con cui era piacevole confrontarsi. Era ricco di gioia di vivere, ci ha insegnato tanto”.

Il primo cittadino è stato l’ultima persona a vedere Ionio in vita nel centro di riabilitazione di Pessano, dov’era ricoverato.

“Domenica mattina sono andato a trovarlo – racconta – Ormai era in coma. Il tempo di rientrare a Omate e Ionio si era spento”.

Durante la cerimonia di oggi in Municipio, alla quale hanno partecipato anche alcuni esponenti dell’attuale giunta, il sindaco Sironi e il presidente dell’Anpi di Agrate, Dario Carzaniga, hanno voluto ricordare Jonio, la sua storia e la sua importanza per Agrate. La cerimonia si è conclusa intonando la canzone “Bella Ciao” e a seguire con il corteo che ha accompagnato la salma al cimitero cittadino.