Arrestato in Vaticano qualche tempo fa, monsignor Carlo Capella, sacerdote di Rho cresciuto all’oratorio San Carlo, ha ammesso il reato di pedopornografia. L’ha fatto ieri durante il processo a Roma.

Arrestato in Vaticano: l’ammissione

Crisi dovuta, ha cercato di spiegare, a causa del suo trasferimento alla nunziatura di Washington. Le immagini incriminate sono più di 50 e comprendono foto, video e “shotas” ovvero immagini pornografiche di fumetti giapponesi.

LA CRONISTORIA DELLA VICENDA SU SETTEGIORNI.IT:

Pedopornografia, monsignor Cappella ammette: “Ero in crisi”

Pedopornografia, prete di Rho rinviato a giudizio

Vaticano ecco i motivi dell’arresto del rhodense monsignor Carlo Capella

Arrestato in Vaticano monsignor Carlo Alberto Capella