Monza, anche la Polizia locale ha il suo commissario Rex

Agente Narco

Non fatevi intenerire dai suoi occhioni dolci: Narco, il cane poliziotto di un anno e mezzo che affiancherà da quest’anno il Comando di Polizia locale monzese è un vero professionista. E ha già avuto modo di mettere in mostra le sue abilità, martedì pomeriggio, nel corso di un primo intervento di monitoraggio in due zone calde della città.

Boschetti Reali e Stazione

Gli agenti del Comando di via Marsala hanno voluto controllare due zone molto sensibili. In prima battuta sono andati nei Boschetti Reali, per monitorare la situazione che da settimane sembra molto più tranquilla che in passato. Il motivo? Subito dopo l’insediamento, la Giunta Allevi ha voluto posizionare un presidio costante di Polizia locale nella zona. Poco dopo le 15, gli agenti si sono spostati in Stazione per perlustrare l’area che circonda la fontana della piazzetta.

Un vero professionista

Il pastore Narco, con la pettorina personalizzata dalla Polizia locale, si è messo subito ad annusare. Ha cercato in tutti gli angoli e ha segnalato la presenza di piccole particelle di stupefacente, probabilmente i resti di qualche dose andata perduta tra le foglie e l’erba dei giardinetti. Il cane è stato messo a disposizione da un collega della Polizia locale e ha seguito un addestramento di tre mesi per essere in grado di trovare la droga: il segnale evidente di un ritrovamento è quello di sedersi.

Leggi anche:  Seveso, malore al supermercato: interviene l'automedica

“Martedì il test ma ora si fa sul serio”

L’assessore alla Sicurezza, Federico Arena: “Ieri la prima uscita per testare la risposta del cane e siamo tutti molto soddisfatti, l’esperienza è andata più che bene. L’intento è quello di recuperare queste aree lasciate in mano da troppo tempo all’illegalità, affinché ritornino fruibili ai naturali destinatari come famiglie, mamme e bambini. In tal senso il cane rappresenta un valido mezzo per arrivare a tale scopo”.