Anche Vimercate con i 100mila della Macerata-Loreto. Presente anche Vimercate insieme ai 100mila pellegrini della Macerata-Loreto, edizione 2018 che si è svolta lo scorso week end. Non è mancato neanche quest’anno infatti il gruppo storico della città alla marcia mariana nelle Marche. Un cammino lungo un’intera notte che nei suoi 28 km mette alla prova da 40 anni i fedeli provenienti da tutto il mondo.

Il gruppo

Partenza sabato 9 giugno da Vimercate per il gruppo storico con alcuni ragazzi della Pastorale Giovanile ed insieme a giovani ed adulti di Concorezzo, Villasanta, Lesmo e Monza. Direzione Marche quindi per i 58 pellegrini brianzoli partiti alle 13 dello scorso sabato 9 giugno insieme a tantissimi altri pullman della Lombardia.

L’arrivo a Macerata

Alle 19.30 circa l’arrivo allo stadio Helvia Recina di Macerata con i 100mila pellegrini provenienti da tutta Italia e dall’estero. A celebrare la santa messa il cardinale Beniamino Stella, prefetto della Congregazione per il Clero, con la partecipazione del cardinale Edoardo Menichelli, arcivescovo emerito di Ancona-Osimo e dei vescovi delle Marche.

“Non restate fermi”

“La vita è un cammino, non si può restare fermi. A me piace quando vedo giovani coraggiosi che si mettono in cammino – ha esortato così i pellegrini papa Francesco con la telefonata in diretta allo stadio di Macerata – Un giovane non può restare fermo, perché se è fermo va in pensione a 20 anni. Dovete andare sempre avanti cercando la felicità per voi e per gli altri. Ma la felicità non si compra al supermercato”.

La partenza

Alle 22 i 100mila presenti hanno svuotato lo stadio per iniziare la notte di cammino, guidati dalle preghiere e dalle testimonianze di quanti hanno cercato di cambiare in meglio la propria vita, fra quali migranti ed ex tossicodipendenti. Famiglie, consacrati laici, fedeli e curiosi hanno sfidato le fatiche della marcia notturna guidati da un’unica domanda, la stessa che Gesù rivolge ai discepoli che lo seguono: “Che cercate?” (Gv 1,37).

La notte in cammino

Numerosi i paesi attraversati durante la notte in cammino, dove molti cittadini si sono riversati nelle strade ad attendere ed accogliere il fiume di pellegrini. In occasione del 40° anno si è anche tenuto uno spettacolo di fuochi d’artificio.

Leggi anche:  Ciclista in coma dopo l'incidente, la figlia cerca testimoni

L’arrivo

Con il sopraggiungere dell’alba di domenica i pellegrini hanno affrontato gli ultimi sforzi percorrendo le curve in salita che segnano l’arrivo verso la città. Alle 7.30 circa l’emozionante arrivo dei primi fedeli nella piazza del santuario di Loreto dove, come da tradizione, sono state bruciate in appositi bracieri i foglietti con le intenzioni di preghiera consegnate.

La storia

La storia del pellegrinaggio inizia nel 1978 da un gruppo di studenti del Liceo Classico di Macerata che, con un giovane professore di religione e sacerdote, decidono di mettersi in cammino per la prima volta al termine dell’anno scolastico. Da quel giugno ne sono seguiti altri 40 di  pellegrinaggi e quel professore, don Giancarlo Vecerrica, è l’attuale amministratore apostolico della diocesi di Fabriano-Matelica. Dai 300 partecipanti del ’78 il cammino ha assunto dimensioni enormi, ampliandosi oltre l’appartenenza a Comunione e Liberazione. A partecipare da tantissimi anni anche il gruppo di Vimercate. “Non è l’appartenenza o meno a un gruppo che muove questo pellegrinaggio – ha spiegato l’organizzatore Saverio La Nasa – Ma Cristo lo incontri ovunque. Il rapporto con la fede va al di là delle appartenenze. Il cammino è per tutti, anche per gli atei, insieme e con l’amicizia si arriva ovunque”.

I commenti

“Penso che sia un’esperienza anche educativa – ha commentato Aldo Maggis, 66 anni di Vimercate, pellegrino storico del gruppo – Mentre cammini incroci i piedi degli altri che in qualche modo ti limitano. Ed è così anche nella vita: ci sono anche gli altri, che tu lo voglia o meno, e ci devi fare i conti. La bellezza di questi pellegrinaggi – ha concluso – sta nel fatto che ti restituiscono il senso dell’essere Chiesa, in cammino insieme verso una meta”.