Ancora truffatori in azione tra Lissone e Vedano. Una arzilla 82enne, residente nel rione Saleta, è cascata nella trappola di due finti tecnici dell’acqua.

Ancora truffatori: via oro e gioielli

Mercoledì due uomini, con la classica scusa di controllare la qualità dell’acqua, hanno preso di mira una anziana lissonese che abita da sola in una piccola villetta.

L’anziana, però, ci è cascata e ha seguito alla lettera le indicazioni dei due truffatori. I due malviventi, dopo aver confuso la donna, sono riusciti a scappare con alcuni gioielli d’oro e piccoli preziosi.

Sul caso indagano i Carabinieri della luogotenenza di Lissone.

Nei giorni scorsi anche a Vedano

Sabato, un caso analogo era andato in scena a Vedano in via Parini. Qui i due malviventi si sono spacciati per un finto vigile e un finto addetto dell’acqua, riuscendo a scappare con 350 euro.

I truffatori hanno preso di mira una coppia di anziani, che vivono nella traversa di viale Rimembranze.

Anche a Desio

Martedì un altro episodio si è verificato a Desio. I balordi, usando la classica scusa dell’acqua contaminata dal mercurio, non sono però riusciti a raggirare una 62enne che li ha scoperti e li ha messi in fuga.

Leggi anche:  Aeroporto Orio al Serio, +5,7% passeggeri nel primo semestre 2018

In questo caso l’anziana ha contattato prontamente i Carabinieri di Desio.

Occhio ai truffatori: il vademecum

Contro le truffe a persone sole, deboli o anziani, l’Arma dei Carabinieri ha stilato un elenco di comportamenti da seguire per evitare di incappare in spiacevoli inconvenienti.

Alcuni consigli utili e pratici sono quello di non aprire agli sconosciuti e non mandate i bambini ad aprire la porta e, prima di far entrare un estraneo, accertarsi sempre della sua identità ed eventualmente farsi mostrare il tesserino di riconoscimento. In caso di sospetti contattare immediatamente la stazione dei Carabinieri chiamando il 112.

© RIPRODUZIONE RISERVATA