Anziana truffata da finti carabinieri: rubate anche le chiavi di casa

Si sono finti carabinieri. Poi, facendole credere che stavano effettuando un controllo di routine, le hanno sottratto 1.500 euro in contanti, oltre che un anello, tre spille, una certa quantità di buoni postali e persino una copia delle chiavi di casa. E così come sono comparsi, sono scappati.

La truffa si è consumata ieri, sabato, intorno a mezzogiorno nel quartiere Cazzaniga, a Monza. I due malviventi, entrambi con false divise dei carabinieri, si sono presentati alla porta dell’anziana e, con la scusa di dover fare dei controlli, si sono fatti aprire la porta. Una volta entrati nell’appartamento, si sono fatti mostrare dall’ignara anziana il luogo in cui teneva gioielli e contanti. Poi uno dei due l’ha portata in un’altra stanza, distraendola, mentre il complice faceva razzia. Terminato di rubare quanto di prezioso c’era in casa, i due hanno salutato la pensionata e si sono allontanati a piedi facendo perdere le proprie tracce.

Leggi anche:  Abbandona i rifiuti davanti a un'abitazione. Il proprietario di casa li raccoglie e li scarica in un'area pubblica

La donna, non appena accortasi di essere stata derubata (all’appello mancavano non solo gioielli e contanti, dei buoni postali e la copia del mazzo delle chiavi di casa), ha chiamato i Carabinieri.
I militari, intervenuti sul posto, hanno raccolto la sua testimonianza. La signora, nonostante lo shock, è riuscita a ricostruire passo passo la vicenda e a fornire un identikit, sia pur sommario, dei due responsabili. Si tratta di due uomini italiani, uno alto, l’altro più basso e robusto, entrambi coi capelli scuri. L’anziana ha quindi sporto denuncia.