E’ stato arrestato per lesioni aggravate il camionista che mercoledì pomeriggio, in Milano-Meda, ha ferito al petto con un coltello l’autista di un furgone subito dopo un incidente.

In manette un camionista di cinquantasei anni

Si tratta di un cinquantaseienne nato a Como ma residente in Calabria. Nel tardo pomeriggio di mercoledì l’uomo, che viaggiava in Milano-Meda al volante di un tir, ha aggredito e ferito con un coltello un rumeno di trentotto anni che abita a Varedo. E’ stato arrestato in flagranza di reato da una pattuglia della Compagnia della Guardia di finanza di Seveso.

L’accoltellamento dopo un tamponamento

L’accoltellamento è avvenuto al culmine di una lite per un lieve incidente stradale lungo la Superstrada, allo svincolo di Binzago di Cesano Maderno. Una pattuglia della Guardia di finanza, impegnata nel servizio di controllo del territorio, ha visto i veicoli fermi e la colluttazione in corso tra i rispettivi conducenti. I militari, prontamente intervenuti, sono riusciti a disarmare il camionista, che stava inveendo contro l’autista rumeno, brandendo il coltello.

Leggi anche:  Aggressione a Monza SIRENE DI NOTTE

A supporto dei finanzieri, anche una pattuglia della Polizia stradale e una delle Polizia locale di Cesano.

Arresti domiciliari per l’aggressore

L’aggressore, con precedenti per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, è stato arrestato per lesioni aggravate dall’uso di un’arma. Processato ieri nelle aule del Tribunale di Monza, è stato sottoposto all’obbligo degli arresti domiciliari fino alla prossima udienza, fissata per il 14 giugno. L’autista del furgone, portato in ambulanza al Pronto soccorso dell’ospedale di Desio, è stato dimesso con una prognosi di dieci giorni.