Asfalti Brianza, la protesta dei Comitati torna in Consiglio comunale. Rappresentanti dei cittadini erano presenti ieri sera, mercoledì, ai lavori dell’assise di Concorezzo.

Protesta pacifica

Una ventina di monzesi, facenti parte del Comitato di quartiere Sant’Albino, hanno preso parte al Consiglio comunale di Concorezzo, andato in scena mercoledì sera. I cittadini prima dell’inizio dei lavori e nel corso degli stessi hanno esposto uno striscione di protesta, con la scritta: “Asfalti Brianza ci asfalti i polmoni”. Una protesta pacifica, ma che testimonia come i residenti siano ormai arrivati ai ferri corti sia con l’Amministrazione comunale di Monza che con quella di Concorezzo. Preoccupa la recente riapertura parziale dell’azienda dopo il sequestro disposto dal Prefetto Patrizia Palmisani lo scorso 25 settembre.

La relazione del sindaco Mauro Capitanio

Nel corso del Consiglio comunale il sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio, incalzato dalle minoranze, ha relazionato i presenti sulla situazione della ditta produttrice di bitume, finita nell’occhio del ciclone ormai da diversi mesi. Una relazione che non ha convinto in particolare i rappresentanti dei Comitati, pronti a dare battaglia fino a quando non si arriverà a una svolta decisiva nella vicenda.

Leggi anche:  Incidente sul lavoro: precipitato un uomo di 30 anni

Il servizio completo sul Giornale di Vimercate in edicola da martedì.