Baby vandali alla scuola elementare: sette minorenni monzesi denunciati

Si sono introdotti all’interno della scuola primaria Puecher di via Goldoni, a Monza, nel pomeriggio di martedì, forzando la porta secondaria dell’edificio, distruggendo quindi il monitor di un pc e un orologio da parete. Ma non solo. Il preside, nelle ore successive, ha anche confermato il furto di casse acustiche e cavi del computer.

Un vero e proprio raid, quello compiuto dai sette giovani di età compresa tra i 14 e i 15 anni e tutti residenti in città, conclusosi grazie all’intervento degli agenti della Polizia Locale che li hanno sorpresi in flagranza, fermandoli.

Dopo aver contattato la Procura presso il Tribunale dei Minori di Milano, i minori sono stati affidati ai genitori, chiamati in Comando e messi a conoscenza dei fatti.

Gli agenti del nucleo di Polizia Giudiziaria hanno proceduto con una denuncia a piede libero a carico dei ragazzi in concorso per invasione di edifici pubblici, danneggiamento e furto.

“Siamo di fronte a un episodio che conferma il dilagare di inciviltà e maleducazione tra i più giovani, cui si aggiunge una mancanza assoluta di senso civico: questo fatto si commenta da sé e laddove il ruolo educativo si rivela carente è necessario e determinante quello repressivo. Questi ragazzi devono comprendere le conseguenze di un’azione così grave”, ha dichiara l’assessore alla Sicurezza Federico Arena.