Biassono sott’acqua dopo il nubifragio di questa mattina, chiusa via Parco.

Biassono sott’acqua dopo il nubifragio

Disagi questa mattina a Biassono, in zona via Parco, chiusa al traffico a causa degli allagamenti. Il violento nubifragio ha infatti colpito la zona più a ridosso del parco di Monza. Dalle 8,30 un violento temporale si è abbattuto su tutta la Provincia: da Monza, a Carate, Lissone, Usmate, Brugherio, Villasanta, Muggiò e ad Agrate la situazione era dappertutto critica: la violenta perturbazione con pioggia, grandine, lampi e tuoni ha mandato in tilt semafori, impianti elettrici privati, strabordano tombini. In tilt numerosi allarmi delle case dove si segnalano problemi anche alle fognature.

Strade e sottopassi allagati

Il centralino di Carabinieri, Polizia locale e Polstrada intasato dalle chiamate di persone che segnalavano situazioni di difficoltà soprattutto per strade e sottopassi allagati. In allerta anche Vigili del fuoco e 118. Numerose macchine sono rimaste bloccate nell’acqua, strade e svincoli sono stati transennati e interdetto l’accesso. Bloccati anche numerosi punti della Statale 36. In particolar modo il ponte ferroviario tra l’uscita di Lissone Ovest e San Giorgio in direzione sud. Lunghe le code. Sempre a Lissone, chiusi tutti i sottopassi ferroviari e la rotatoria di via Carducci, di fronte all’Esselunga. Allagata anche mezza Monza: in particolare a San Rocco in via Borgazzi che sembrava praticamente un fiume in piena.

Leggi anche:  Cane rubato dalla macchina: appello per ritrovare "Tiffany"

Protezione civile al lavoro a Macherio e Sovico

Situazione critica anche a Macherio, in particolare in via San Cassiano, a Sovico. Diversi gli interventi effettuati dai volontari della Protezione civile di Macherio e Sovico, coordinati dal presidente Marzio Cugoli, per allagamenti, macchine bloccate e cedimenti di tratti di strada. In questi due giorni (sabato e domenica) i volontari stanno inoltre seguendo un corso antincendio e alto rischio.