Botti di Capodanno, maxi sequestro e maxi multe della Polizia locale e della Polizia di Stato. E un uomo ha minacciato di farsi esplodere.

Il blitz

Il blitz è scattato ieri pomeriggio, sabato 29, quando gli agenti del Comando di via Marsala e del Commissariato di viale Romagna coordinati dal dottor Angelo Re sono entrati in azione in un servizio congiunto programmato e mirato al contrasto della vendita illegale di fuochi d’artificio e botti di capodanno in vista dell’imminente serata di San Silvestro.

Controlli e sequestri

Gli agenti hanno proceduto al controllo di due esercizi commerciali. Dall’ispezione sono stati accertati, a carico di gestori italiani, botti di capodanno in vendita sugli scaffali privi del marchio della Comunità europea. Gli uomini in divisa hanno provveduto al sequestro di 500 pezzi per valore commerciale di 2500 euro, con contestazione di una sanzione amministrativa di oltre 28mila euro. Stessa sorte per un negozio gestito da cinesi con articoli pirotecnici privi del marchio CE con sequestro della merce e ancora una sanzione di 28mila e 193 euro. Gli agenti hanno anche rilevato una massa esplodente superiore al limite complessivo di 50 chili. Una violazione che ha portato a un’ulteriore sanzione amministrativa di 516 euro per vendita senza licenza.

Leggi anche:  Formigoni condannato in via definitiva: il Celeste andrà in carcere

Attimi di paura in serata

Attimi di paura e tensione sono poi arrivati in serata. La Polizia locale ha infatti proseguito  il servizio con un controllo delle discoteche in vista della serata di capodanno. Nelle immediate vicinanze della discoteca “Fantasy”, risultata peraltro a norma con uscite di sicurezza regolari, all’altezza dello stadio Brianteo, in viale Sicilia, gli agenti hanno pizzicato un venditore abusivo di botti di capodanno. L’uomo, in seguito all’intervento della Polizia locale, ha minacciato di farsi esplodere. Tanto che sul posto è stato richiesto l’intervento in ausilio di una volante della Polizia di Stato. Rientrato il pericolo il venditore è stato sanzionato con una multa di 3mila euro per vendita senza autorizzazione e con sequestro di 2000 pezzi di botti di capodanno per un valore di mercato di 4mila euro.

I controlli di ieri seguono l’ordinanza del sindaco Dario Allevi contro i botti di Capodanno.