Non mancano molte ore alla notte di San Silvestro e la Guardia di Finanza è in prima linea soprattutto per evitare che nelle mani dei lombardi possano finire botti di Capodanno non conformi, se non addirittura pericolosi. Un maxi sequestro di fuochi d’artificio è stato messo a segno a Como, qualche giorno prima altro blitz (stavolta dei Carabinieri) a Varese.

Maxi sequestro di fuochi d’artificio in 5 negozi

I Baschi Verdi della Compagnia di Como, al fine di verificare il pieno rispetto delle condizioni di sicurezza dei prodotti commercializzati, hanno proceduto nel weekend a controllare 5 esercizi commerciali a Como, Villa Guardia, Castelmarte e Merone, gestiti da cittadini italiani e cinesi, rilevando modalità di stoccaggio non rispettose delle misure di sicurezza in quanto il materiale esplodente era custodito, unitamente a prodotti altamente infiammabili quali riscaldatori, accendini e quadri elettrici. Inoltre, sono stati riscontrati sistemi di allarme e sicurezza antincendio inidonei e non funzionanti nonostante la presenza di clienti attratti principalmente dagli articoli natalizi.

Tra gli articoli oggetto di sequestro da parte delle Fiamme Gialle lariane si annoverano: petardi, magnum zeus alba, mini ciccioli, bengala a pioggia, golden volcano, rambo 200, platinum, big flower, mitraglia tortuga, storm e golden fuji. Tutti prodotti che, seppur a norma di legge, rappresentavano un vero e proprio pericolo per come illecitamente stoccati e commercializzati.

Leggi anche:  Arcore: Postamat fuori uso da oltre un mese, la protesta dei correntisti

SEI DENUNCIATI, LEGGI TUTTO SU GIORNALEDICOMO.IT

Botti di Capodanno illegali, 40 chili di ordigni nel garage

Botti di Capodanno: maxi sequestro della Finanza in Lombardia

Venerdì 27 dicembre, i militari della stazione di Lonate Pozzolo hanno perquisito il garage di un operaio 63enne del luogo. All’interno i carabinieri hanno scoperto un vero e proprio “arsenale” pronto per le festività di Capodanno, sequestrando oltre 40 chilogrammi di petardi di fabbricazione cinese e 8 candelotti con miccia detenuti illecitamente.

“LI AVEVO PRESI IN SALDO IN CAMPANIA”, LEGGI TUTTO SU VARESESETTEGIORNI.IT