Furto con acrobazia due notti fa a Bovisio, quando un appartamento di via Padova è stato “visitato” dai ladri. I furfanti sono penetrati in un appartamento del primo piano da una finestra del balcone, dopo avere divelto le inferriate.

Il furto è avvenuto nelle prime ore della sera

I ladri probabilmente stavano tenendo d’occhio le loro vittime. Hanno agito intorno alle 21.45 approfittando dell’assenza dei padroni di casa. Si sono issati sul balcone e probabilmente con un grosso tronchese hanno divelto le inferriate di una porta finestra. Una volta dentro casa hanno chiuso il cagnolino della famiglia nel bagno e poi hanno rovistato dappertutto.

Tutto sottosopra, alla ricerca di qualcosa di prezioso

I malviventi hanno buttato all’aria armadi e cassetti. Dietro un calendario della stanza dei bambini, finalmente, hanno trovato qualcosa di interessante: una piccola cassaforte. Senza temere il rumore, hanno cominciato a lavorare di mazzetta e scalpello, fino a smurarla completamente.

Il rumore ha destato l’attenzione dei vicini

I condomini si sono insospettiti e qualcuno è andato a suonare all’appartamento da cui provenivano i rumori. In cambio hanno ottenuto minacce di morte da dietro la porta chiusa a chiave. A quel punto i bravi vicini non hanno desistito e hanno chiamato i Carabinieri.

Leggi anche:  Radio Emotions premiata la migliore del web

Una fuga rocambolesca

I ladri si sono visti scoperti, ma a quel punto avevano già in mano ciò che volevano. La cassaforte è stata gettata giù dal balcone e i due sono scesi rapidamente dalla stessa strada. Hanno scavalcato la bassa recinzione del condominio; fuori li aspettava un complice in auto. Sono sgommati via velocemente. Il tutto è durato poco più di dieci minuti.

La rabbia della vittima

Pensava di essere abbastanza al sicuro, il padrone di casa, dietro le sbarre delle finestre e con la cassaforte al muro. “E’ incredibile – si lamenta, senza volere apparire – I Carabinieri sono stati velocissimi, ma ci vorrebbero più forze dell’ordine e pene più severe”.