E’ stato arrestato in Toscana a San Godenzo un 42enne di origine albanese.  E’ accusato di avere aggredito, picchiato, minacciato di morte con un coltello, rapinato del cellulare e, infine, chiuso a chiave nell’abitazione di un suo conoscente affinché non potesse chiedere aiuto un anziano di Brugherio.

Arrestato in Toscana

I fatti si sarebbero verificati a fine giugno, proprio a Brugherio, dove anche l’albanese viveva. Vittima un 77enne italiano che si era rivolto alla stazione dei carabinieri di via Dante per sporgere denuncia contro di lui. Alla base della violenza ci sarebbe stata una questione di soldi. Una volta identificato con certezza, si è scoperto che il 42enne si era trasferito con moglie e figli a San Godenzo, in provincia di Firenze.

Ordinanza del Tribunale

Il Gip del Tribunale di Monza ha emesso un’ordinanza di arresto, cui i carabinieri del borgo toscano hanno dato esecuzione giovedì 12 dicembre 2019. Lo hanno rintracciato fuori dalla scuola primaria locale, mentre attendeva l’uscita del figlio. Sono così scattate le manette. L’uomo si trova ora nel carcere di Sollicciano.

Leggi anche:  Guida in stato d'ebbrezza: controlli a tappeto nel weekend, sei denunciati

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.