La banda, gli sbandieratori e tutti i fedeli di Busnago hanno accolto ieri sera l’arrivo dell’Arcivescovo Mario Delpini in visita pastorale in paese.

Centianaia di persone ad attenderlo in chiesa

Poche ore passate in paese ma che lo hanno fatto sentire come a casa. Ieri pomeriggio dalle 17 Monsignor Delpini, Arcivescovo di Milano, è stato in visita pastorale a Busnago accolto dal parroco don Eugenio Boriotti e da tutta la comunità religiosa del paese. Dopo aver visitato insieme al parroco il cimitero del paese ha fatto visita alla Casa famiglia di Busnago.

“Conosco bene questa struttura dove ero già stato in passato per portare il mio saluto ad alcuni miei conoscenti. Oggi – ha affermato Delpini – sono qui per la mia visita pastorale: perciò vi invito a vivere nella speranza, praticando la fede e la carità”.

L’arrivo trionfale sul sagrato della chiesa

Dopo aver salutato gli ospiti della Casa famiglia l’arcivescovo si è diretto dalla casa parrocchiale verso il sagrato della chiesa accompagnato dalla banda di Busnago, dagli Alpini e anche dal gruppo degli sbandieratori Torre dei Germani: una volta davanti al sagrato la banda ha suonato per il Monsignore. Dopo sono stati gli sbandieratori di Busnago ad esibirsi e rendere omaggio all’ospite. Delpini prima di entrare ha anche salutato alcuni bambini dell’asilo parrocchiale che lo hanno atteso fuori dall’ingresso della chiesa.

La messa e le parole rivolte alla comunità

Alla cerimonia l’Arcivescovo Delpini è stato affiancato dal parroco don Eugenio che lo ha voluto ringraziare personalemente per questa sua visita:

“Questa bellissima comunità la saluta – ha affermato don Eugenio – La accoglie come un dono prezioso: è diverso tempo che ci stiamo preparando a questo evento. Abbiamo due convinzioni: la prima è che la visita del vescovo è un passaggio fondamentale per la nostra vita e la nostra comunità. Il Signore è ancora più vicino a noi con la presenza e le parole del nostro Vescovo. La seconda convinzione è che sta crescendo la fede e la speranza in questa comunità insieme al nostro Pastore. Questa sera sentiamo la sua presenza che ci conforta e se necessario ci corregge. E poi mi permetto un piccolo grazie personale: grazie per avermi affidato questa comunità e l’onore di poter far parte di questa comunità”.

La predica del Vescovo

Monsignor Delpini ha prima salutato tutte le associazioni presenti, i ragazzi e ricordato la sua visita al cimitero e alla Casa famiglia prima di officiare la messa.

“Ho visitato prima il cimitero e poi la casa famiglia dove si sta al fianco di chi soffre – ha affermato il Monsignore – Ho consociuto la comunità e le associazioni del territorio. Ho poi salutato i ragazzi dell’iniziazione cristiana per dire: ecco il futuro della comunità e salutare il loro entusiasmo”.

L’articolo completo sulla visita pastorale in edicola martedì con il Giornale di Vimercate sfogliabile anche online su pc, tablet e smartphone.