Un prepartita ad alta tensione, con fumogeni e petardi sparati dai tifosi del basket. Un match a rischio fin dalla vigilia quella che domenica si giocava al PalaBancoDesio, tra Cantù e Fortitudo Bologna, tanto che erano stati presi degli accorgimenti per evitare che le due tifoserie venissero a contatto.

Cantù contro Fortitudo, prepartita ad alta tensione a Desio

Predisposto un servizio di ordine che contava una cinquantina di uomini, tra Carabinieri e Polizia di Stato. Tre i pullman annunciati su cui viaggiavano i tifosi bolognesi. Secondo la ricostruzione effettuata un piccolo drappello di sostenitori si sarebbe deliberatamente sottratto, raggiungendo il palazzetto con mezzi propri. Questi sono riusciti a evitare il controllo predisposto in via Agnesi. Ed è proprio da qui che sono partite le azioni che hanno creato tensione. Sono stati lanciati fumogeni, sparati petardi, registrato anche un episodio con l’incendio subito domato di una siepe.

Dopo le scintille iniziali, la partita si è svolta regolarmente

Le forze dell’ordine messe in campo si sono immediatamente attivate per limitare i danni ed evitare che le due tifoserie venissero in contatto. Identificati una ventina di tifosi, che sono stati anche segnalati. Ancora da definire i provvedimenti che verranno presi nei loro confronti, ma non è escluso il daspo. Sequestrato anche del materiale. A parte le scintille iniziali, la partita si è poi svolta regolarmente in un clima di sicurezza. Regolare anche il deflusso alla fine del match.