“Non si perda occasione irripetibile”. Questo l’appello del deputato concorezzese della Lega Massimiliano Capitanio in merito all’iter del Piano integrato di intervento per la riqualificazione delle aree dell’ex ospedale di Vimercate, dismesso da quasi 10 anni.

Il deputato interviene a seguito della dichiarazioni del sindaco Francesco Sartini che smentisce uno stop al progetto, di cui ha parlato il Giornale di Vimercate nell’edizione di martedì scorso.

“Passi indietro sarebbero devastanti”

“Passi indietro sarebbero devastanti a questo punto dell’iter – scrive Capitanio in un comunicato –  Se il sindaco di Vimercate ha qualche legittima perplessità o vuole esprimere delle criticità illustri chiaramente quale è il problema e da quali uffici o assessorati provengono le titubanze, visto che lui ha sempre condiviso il percorso”

“Indispensabile trovare un accordo per evitare la guerra legale”

Capitanio ricorda la lettera inviata a Regione Lombardia con la quale Sartini  rimette in discussione i contenuti dell’Accordo di Programma e del Piano integrato di intervento.

“Una retromarcia che rischia di compromettere un intervento che Vimercate sta attendendo da anni – prosegue il deputato leghista – E’ indispensabile trovare il più in fretta possibile una condivisione di intenti – ha proseguito Capitanio – Regione Lombardia ha dimostrato la massima disponibilità in questo periodo ed è naturale e positivo il fatto che il Comune metta sul tavolo le esigenze locali. Ma bisogna andare avanti: i “no” immotivati rischiano di portare il Comune e la Regione alla guerra legale con gli operatori. Il sindaco si è sempre dimostrato disponibile e ragionevole, se qualcuno in Comune ha qualche perplessità si esponga direttamente. A livello parlamentare siamo come sempre a disposizione, risorse non mancano”.