Carabinieri travestiti da bancari arrestano truffatore. Il 51enne era arrivato in treno da Napoli. Il giudice lo ha “espulso” dalla Lombardia.

Carabinieri travestiti da impiegati smascherano truffatore

Voleva ottenere un finanziamento utilizzando documenti falsi il pluripregiudicato italiano di 51 anni che è stato arrestato dai Carabinieri per tentata truffa, sostituzione di persona e possesso di documenti falsi. Il tutto è avvenuto ieri, venerdì, nella filiale Deutsche Bank di Sesto San Giovanni. L’uomo, napoletano, aveva raggiunto l’Hinterland di Milano proprio per mettere in atto il raggiro. Ha tentato di aprire un conto corrente, con il quale avrebbe poi chiesto un cospicuo finanziamento, utilizzando una carta di identità elettronica intestata a un notaio di Asso e con il codice fiscale di una terza persona.

L’impiegata non ci è cascata

A capire che i documenti del 51enne – arrivato in treno da Napoli nel Milanese dove ha soggiornato in hotel – erano probabilmente falsi è stata l’attenta impiegata di banca che stava aprendo la sua pratica. Con la scusa dell’imminente chiusura della filiale, la dipendente ha invitato il truffatore (ignaro di essere stato scoperto) a tornare in un secondo momento per portare a termine l’apertura del conto.

Leggi anche:  Incidente a Rancate, minorenne in ospedale

Il truffatore si trova davanti i “militari bancari”

Quando il truffatore, elegante e in giacca e cravatta, è tornato per chiudere la pratica, si è trovato davanti i Carabinieri della Compagnia di Sesto, travestiti da impiegati di filiale. Addosso il 51enne aveva pure alcune buste paga fasulle, che ha spiegato “sarebbero servite per chiedere un finanziamento e intascarsi il denaro”. E’ stato processato per direttissima. Il giudice ha disposto per il napoletano il divieto di dimora in Lombardia.