Carate, due ricoveri in una sola settimana. Il virus del morbillo fa davvero paura. Colpite, in entrambi i casi, due donne in gravidanza. Una delle due ha perso il figlio al quarto mese. L’infezione le ha causato l’aborto spontaneo, mentre un’altra paziente è tenuta sotto osservazione. La notizia completa sul Giornale di Carate in edicola da oggi, martedì 18 aprile e nell’edizione sfogliabile per pc, smartphone e tablet.

I dati in Brianza

L’Ats della Brianza è quella in cui nel primo trimestre dell’anno si è verificato il maggior numero di casi di morbillo. Secondo i dati della Regione sono 51. “Nonostante Regione Lombardia con il 92% nel 2016, abbia la copertura vaccinale più elevata a livello nazionale – ha commentato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera – considerato il nuovo picco endemico che dai primi mesi del 2017 stiamo registrando, abbiamo deciso di incrementare l’impegno per il raggiungimento del 95 per cento di copertura vaccinale a cui è legato l’obiettivo dell’Organizzazione mondiale della Sanità per l’eliminazione del morbillo congenito”.

Leggi anche:  Incidente auto e scooter, atterra l'elisoccorso

In Regione

Non sei vaccinato? Allora niente asilo nido. La scorsa settimana il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato a larga maggioranza una mozione che chiede l’obbligatorietà di sottoporsi al trattamento vaccinale per tutti i bambini che frequentano gli asili nido del territorio.