Carcere: avvocato passa la droga a detenuto

I fatti si sono verificati nella tarda mattinata di ieri, all’interno del Sanquirico, il carcere di Monza. Un avvocato, durante il colloquio con il proprio assistito, gli avrebbe consegnato una dose di sostanza stupefacente. Gli agenti di polizia penitenziaria si sono accorti dell’accaduto e hanno proceduto coi controlli, dai quali sono “spuntati” 50 grammi di hashish. Entrambi sono quindi stati denunciati.

“L’attenzione resta alta”

“Nel penitenziario monzese resta sempre alta l’attenzione del personale di polizia per scongiurare l’introduzione di sostanze stupefacenti – ha fatto sapere il Segretario Generale di Osapp (organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria) Leo Beneduci – il nostro plauso alla polizia penitenziaria di Monza che con l’operazione di ieri ha sventato l’introduzione di sostanze stupefacenti all’interno del carcere”.

E prosegue: “L’episodio in questione dimostra che è sempre necessaria l’opera di vigilanza prevenzione e repressione finalizzata alla mantenimento dell’ordine e della sicurezza. Attendiamo misure concrete quali l’aumento dell’organico degli agenti con cui affrontare al meglio l’emergenza carceraria”.