Dopo l’installazione di due autovelox l’amministrazione di Carnate ha previsto anche l’installazione di un semaforo che rallenti il traffico di passaggio lungo via Fornace.

Stop alle corse e alle auto dei pendolari

Corse a più di cento chilometri orari e infrazioni al limite di 50 chilometri orari che sfioravano il 50% del totale.
Sono questi alcuni dei dati arrivati dallo studio fatto a gennaio dalla Polizia locale che ha voluto monitorare il flusso di automobili che ogni giorno passa dalla via Fornace dove sono stati installati i due nuovi autovelox.

«L’obiettivo è abbattere la velocità lungo quella via dove abbiamo scoperto, grazie ai rilievi, che passano circa 6500 auto al giorno e dove si sono raggiunti dei picchi di velocità anche di 112 chilometri orari – ha affermato l’assessore Egidio Passoni – Per una settimana a gennaio abbiamo monitorato il traffico rilevando il numero di macchine di passaggio e anche la velocità con cui affrontano la strada che unisce Carnate a Ronco Briantino: quasi il 50% degli automobilisti, negli orari serali e notturni, superava il limite di velocità e si sono raggiunti dei picchi di più di cento chilometri orari. Dopo l’installazione degli autovelox, che al momento hanno solo rilevato la velocità senza essere utilizzati per le sanzioni, abbiamo avuto un riscontro positivo con il 98% degli automobilisti che rispetta il limite. Chi ha superato il limite lo ha fatto raggiungendo al massimo i 75 chilometri orari: un ottimo risultato sotto l’aspetto della sicurezza in una strada che era ormai utilizzata per bypassare la strada statale che porta all’imbocco della tangenziale».

E nei prossimi mesi verrà installato anche un nuovo semaforo all’incrocio fra via Fornace e via Colombo. L’articolo completo in edicola martedì con il Giornale di Vimercate sfogliabile anche online su pc, tablet e smartphone.