Presi due ladri di biciclette alla stazione di Carnate.

A finire in manette D.R. e A.A.F., due giovani italiani rispettivamente di 20 e 18 anni, colti in flagrante mentre tentavano di caricare una bici nel bagagliaio della loro macchina.

Un arsenale in macchina

L’arresto è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì ad opera dei Carabinieri della stazione di Bernareggio. I Militari, proprio allo scoccare della mezzanotte, hanno sorpreso i due giovani malviventi, che dopo aver reciso la catena che assicurava una city-bike ad un palo, con una grossa tronchese, stavano cercando di caricarla nel bagagliaio della loro autovettura. Bloccati per furto aggravato, la loro auto è stata subito perquisita. A bordo, oltre alla citata tronchese, sono stati rinvenuti anche attrezzi atti allo scasso, tra cui un piede di porco, nonché una spada giapponese “wakizashi”.

In manette

Entrambi dichiarati in stato di arresto per furto aggravato, possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli e porto abusivo di arma bianca, i ragazzi sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima. Nella mattinata odierna, a seguito dell’udienza di convalida, per il più grande è stata confermata la misura dei domiciliari mentre l’altro è stato rimesso in libertà.