Controlli serrati della Polizia locale in via Milano, dove ha sede l’associazione “Anasr” che ha annunciato per oggi l’inaugurazione di un nuovo centro culturale islamico.

Controlli al centro islamico

Frequenti passaggi e controlli della Polizia locale nella mattinata di sabato in via Milano, dove ha sede l’associazione “Anasr”. Nei giorni scorsi un volantino annunciava per oggi, sabato, l’inaugurazione di un nuovo centro culturale islamico. Nelle prime ore della giornata il capannone dell’associazione, acquistato e ristrutturato nei mesi scorsi, è rimasto deserto.

Il sindaco: “Non può aprire”

Il tema del nuovo centro culturale islamico è stato affrontato anche in Consiglio comunale, giovedì in serata. Il sindaco, Alberto Rossi, ha spiegato che il capannone dell’associazione “Anasr” è un laboratorio con finalità artigianale e produttiva. L’immobile, pertanto, non può essere aperto al pubblico come luogo di ritrovo e incontro.

Il banchetto della Lega

Sabato mattina la Lega ha allestito un banchetto in corso del Popolo nel quale ha ribadito il “No, grazie” al centro culturale dell’Islam a Seregno. Nell’occasione al gazebo sono state raccolte anche le firme contro il nuovo Governo Conte-bis, definito “anti italiano e basato solo delle poltrone”.

Leggi anche:  Sfonda i vetri del municipio arrestato per tentato furto

Un ampio servizio sul Giornale di Seregno in edicola da martedì 24 settembre.

Torna alla home page.