Chiamati per un presunto incendio, i Carabinieri di Meda trovano la droga e pure un coltello a serramanico.

Carabinieri trovano la droga al Polo

A finire nei guai per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e pure per porto di oggetti atti a offendere è stato un pakistano 22enne residente a Seregno, beccato domenica pomeriggio all’interno di un capanno in via Ferrara al Polo. L’intervento dei militari dell’Arma locale è scattato intorno alle 17.30 di domenica 12 maggio, a seguito di una segnalazione di alcuni cittadini che hanno notato del fumo provenire dalla zona di via Ferrara, nel quartiere Meda Sud.

Nei guai un pakistano di Seregno

Gli uomini dell’Arma si sono quindi portati sul posto per gli accertamenti del caso e arrivati nel luogo indicato, un terreno di proprietà di un medese, hanno trovato due giovani pakistani. I due, in base a quanto ricostruito, stavano effettuando dei lavori nell’area. Uno di loro era appunto intento a bruciare delle sterpaglie, mentre l’altro si trovava all’interno di un capanno per gli attrezzi. Apparentemente non c’era nulla di sospetto. Ma i militari medesi hanno approfondito i controlli e all’interno della casetta per gli attrezzi hanno rinvenuto due involucri contenenti 62,4 grammi di hashish e un coltellino a serramanico di genere vietato. Per il pakistano, incensurato e nullafacente, regolare sul territorio italiano, è scattata la denuncia in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e porto di oggetti atti a offendere. Nessun provvedimento è stato invece preso nei confronti dell’altro pakistano.