Dissequestrato lo studio del chirurgo estetico Maurizio Cananzi. Nei giorni scorsi i Carabinieri del Nas hanno rimosso i sigilli all’ambulatorio del medico indagato per omicidio colposo.

Dissequestrato lo studio medico

In settimana i Carabinieri del Nas hanno rimosso i sigilli e dissequestrato lo studio medico del chirurgo estetico Maurizio Cananzi, in via Stoppani a Seregno. L’ambulatorio era sotto sequestro dopo la morte di una paziente 39enne che avrebbe dovuto sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica

Il dramma nello studio medico

Il chirurgo estetico è indagato per omicidio colposo dopo il decesso di una paziente, lo scorso 5 marzo colpita da un arresto cardiaco durante l’anestesia locale prima di un intervento di rialzo dei glutei proprio nello studio di via Stoppani.

Le indagini della Procura di Monza

Sulla vicenda indaga la Procura di Monza e, nelle scorse settimane, i consulenti nominati dal Pm, Sara Mantovani, hanno effettuato un nuovo sopralluogo nello studio medico per verificare locali, strumentazione e farmaci. Durante le ispezioni erano presenti anche i consulenti di parte.

Leggi anche:  Condannato a 5 anni per il business dei permessi di soggiorno

Si attende l’esito dell’autopsia

Il dissequestro è stato deliberato dal pubblico ministero su richiesta della difesa dell’indagato, in attesa della relazione dei consulenti della Procura dopo l’esame autoptico eseguito lo scorso 12 marzo, all’ospedale di Monza, sul corpo della vittima e dei successivi accertamenti. Salvo sorprese, decorsi i sessanta giorni verrà concessa una proroga per il deposito della consulenza medico-legale richiesta dal pm ai propri consulenti.

Il dottore pronto a riprendere l’attività

Dal giorno del dramma il dottor Maurizio Cananzi, 57 anni, ha scelto di non operare presso altri studi medici, come gli era stato proposto da alcuni colleghi. Ma adesso che il suo studio è stato dissequestrato, è pronto a ricominciare a lavorare, lasciandosi alle spalle questa drammatica vicenda ancora da chiarire.