Famiglia occupa appartamento sotto sequestro e paga affitto in nero. L’indagine della Polizia locale di Limbiate ha fatto scattare denunce e sanzioni

Famiglia occupa appartamento sotto sequestro e paga affitto in nero

L’appartamento era sotto sequestro ma una famiglia ci abitava ugualmente e pagava pure un affitto in nero. E’ quanto hanno scoperto gli agenti della Polizia locale che nei giorni scorsi hanno ultimato una lunga e meticolosa attività d’indagine di polizia giudiziaria riguardo un’abitazione di viale Dei Mille, al quartiere San Francesco

Multa per assenza di dichiarazione di ospitalità

Nel sopralluogo degli agenti è stato accertato che nell’appartamento abitava una famiglia di nazionalità equadoriana che però occupava l’immobile senza alcun titolo. Mancava la dichiarazione di ospitalità, pertanto i vigili hanno fatto scattare la sanzione amministrativa da 320 euro per violazione  della legge Bossi-Fini. Non solo, l’alloggio risultava anche sottoposto a un provvedimento giudiziale di sequestro  disposto dal tribunale di Milano.

Pagavano 300 euro di affitto

Gli occupanti dell’appartamento  hanno dichiarato alle forze dell’ordine di pagare un affitto in nero di 300 euro a una connazionale, G.H. di 55 anni. La donna, successivamente identificata, avrebbe dunque dato le chiavi dell’alloggio alla famiglia permettendo l’occupazione abusiva dei locali.

Leggi anche:  Ruba al centro commerciale a casa aveva altra refurtiva

Denunciata la “proprietaria”

Procedendo negli accertamenti sulla 55enne, la Polizia locale ha accertato che aveva dichiarato all’ufficio anagrafe di essere la proprietaria dell’appartamento, ottenendo dunque le utenze domestiche di acqua e luce. Dichiarazione che si è rivelata falsa e finalizzata a trarre profitto illecito dall’affitto irregolare. La 55enne è stata quindi denunciata all’autorità giudiziaria.

Sfratto esecutivo questo mese

Il comando di piazza V Giornate ha infine provveduto a segnalare al tribunale di Milano l’occuapazione dell’immbile sotto sequestro, il quale ha disposto per il mese di gennaio lo sfratto esecutivo dell’immobile.