Flash mob per l’inaugurazione della panchina rossa. Domenica mattina a Nova Milanese l’iniziativa per dire “no” alla violenza sulle donne

Flash mob per l’inaugurazione della panchina rossa

Piazza Marconi macchiata di rosso: domenica 24 novembre è stata inaugurata la panchina contro la violenza sulle donne. Un flash mob ha coinvolto cittadini e Amministrazione comunale. La pioggia non ha fermato la folla che ha voluto ribadire un secco «no» alla violenza di genere. Con piazza Marconi gremita di ombrelli, cappotti e scarpe di colore rosso.

“Per non far sentire sola nessuna donna”

La panchina è stata posizionata davanti alla fontana, con una targa che recita: “In memoria di tutte le donne morte per mano violenta di chi diceva di amarle”. Nell’occasione, sono stati declamati alcuni versi di Alda Merini e di Elia Lucia Gavazzeni, poetessa novese. Le quote rosa dell’Amministrazione, l’assessore alla Cultura Irene Zappalà e al Commercio Rosa Nigro, hanno organizzato il flash mob: “E’ un tema importante da affrontare. Dobbiamo educare i bambini al genere – ha sottolineato Nigro – Questa panchina serve a non far sentire sola nessuna donna. Noi non siamo onnipotenti, chiediamo aiuto”.

Leggi anche:  Ottantenne inguaiato dalle armi non denunciate

“Bisogna denunciare”

Anche il primo cittadino Fabrizio Pagani è intervenuto, scagliandosi contro la violenza sulle donne: “I continui episodi di femminicidio fanno pensare che non stiamo diventando delle bestie, ma peggio – ha affermato – Noi che amministriamo dobbiamo mettere le vittime in condizione di essere aiutate. Bisogna denunciare e mi auguro che i futuri sindaci, non debbano più parlare di questo”.