“Furbetto” con targa straniera: sequestrato Bmw a un moldavo. Applicato il Decreto Salvini: il 31enne risulta essere residente in Italia da più di 60 giorni.

“Furbetto” con targa straniera: scatta il sequestro

A due mesi di distanza dall’entrata in vigore del Decreto Sicurezza voluto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, l’attenzione rimane alta. E si continuano a “pizzicare” coloro che nel gergo popolare vengono considerati e definiti i “furbetti” con targhe straniere, che spesso circolano su veicoli immatricolati all’estero per bypassare multe, pagamenti di tasse o (in generale) rendere più difficili i controlli da parte delle Forze dell’ordine. A Sesto San Giovanni, ad “aprire le danze” era stata la Polizia locale. Nei giorni scorsi, invece, è toccato al Reparto volanti del Commissariato di Polizia. Gli agenti, impegnati nel pattugliamento, giovedì hanno fermato una fiammante Bmw 320, in transito lungo via Adua, nel quartiere Pelucca di Sesto San Giovanni.

Moldavo con patente italiana e macchina bulgara

L’uomo, classe 1987, ha mostrato un documento di guida italiano. Peccato (per lui) che risultasse essere in Italia, in maniera regolare, da più di due mesi. Mentre il Bmw aveva una targa straniera, bulgara. Risultato: è stato disposto il blocco dell’auto, oltre a partire una sanzione amministrativa pari a 712 euro.