Furto a Inverigo, collaboratore domestico ruba i Rolex di famiglia e finisce nei guai

Furto in casa Spinelli

Ruba i 5 rolex di famiglia ma i proprietari di casa lo smascherano. E’ successo ad Inverigo ai danni dell nota famiglia Spinelli, ai vertici dell’azienda Poliform e molto conosciuta anche in brianza. Autore del folle gesto il collaboratore domestico di casa, originario dello Ski Lanka e da tempo alle dipendenze degli Spinelli, che ha progettato il piano nei minimi dettagli convinto di riuscire a rivendere la refurtiva al mercato nero.

Il piano del domestico

La vicenda risale ad alcuni mesi fa ma è stata resa nota solamente adesso. Il domestico aveva ben pensato di impossessarsi dei cinque preziosi Rolex di famiglia, per sostituirli con altrettanti contraffatti.
I proprietari si sono però presto accorti che i loro orologi di marca erano stati sostituiti con degli esemplari verosimili. Si sono così subito rivolti ai Carabinieri della stazione di Lurago per denunciare l’accaduto. Gli uomini dell’Arma, guidati dal maresciallo Gianfranco Mastroianni, dopo alcune attente ricerche, hanno identificato l’autore del furto nell’insospettabile collaboratore domestico. Questo, smascherato, ha subito confessato di essere stato l’ideatore della truffa ai danni dei suoi stessi datori di lavoro.

Leggi anche:  Fumogeni e petardi nel pre-partita: cinque Daspo per i tifosi di Cantù e Bologna

Il recupero della refurtiva

I Rolex erano nel frattempo finiti a Verona, come raccontato ai militari, e custoditi nella casa di un ignaro familiare del collaboratore domestico. E’ toccato così ai militari mettersi in viaggio per riprendere la refurtiva sottratta.
«Quattro orologi sono stati recuperati e riconsegnati ai legittimi proprietari. Uno purtroppo è andato perso perché nel frattempo era già stato venduto», ha commentato il maresciallo Mastroianni.
Il furfante è stato così denunciato alla Procura con l’accusa di furto aggravato.

La famiglia Spinelli ha voluto ringraziare gli uomini dell’Arma per la missione compiuta e per aver così riportato a casa almeno quattro dei cinque orologi che si temeva potessero essere andati persi per sempre.