Giussano, pensionato molesta una barista.

Ancora guai per un 65 enne

Giussano, pensionato molesta una barista.  Aveva l’obbligo di dimora e l’obbligo di permanenza in casa nelle ore notturne, a causa dei suoi precedenti per violenza sessuale e reati contro la persona, ma giovedì scorso, attorno alle 20 è uscito ed è andato in un bar della città, prendendo di mira una giovane barista.
L’uomo, pensionato, 65 anni, A. C. le sue iniziali, ha iniziato con degli apprezzamenti troppo pesanti nei confronti della barista 25 anni, per poi passare a molestie per fortuna non fisiche, ma piuttosto fastidiose, tanto che la ragazza si è allontanata dal bancone per chiamare il suo datore di lavoro, che era nel retro del bar.
Il pensionato ha però deciso di seguire la ragazza nel retro, dove c’era il proprietario, un 53enne di Renate.
Tra i due è scoppiata un’accesa lite, che è finita con lievi ferite e contusioni per entrambi.
Sul posto sono subito arrivati i carabinieri.
Per il pensionato giussanese sono subito scattate le manette; l’uomo è poi stato deferito con l’accusa di lesioni personali, danneggiamento e violenza privata.