Le organizzazioni territoriali Feneal Uil Alta Lombardia – Filca Cisl dei Laghi – Fillea Cgil di Como esprimono cordoglio per la morte di Nazareno Bretti, operaio edile di Giussano, morto lunedì in un
cantiere a Bellagio sul Lago di Como.
“Restiamo colpiti da questo ennesimo incidente sul lavoro e cerchiamo di capire quello che è accaduto dando tutto il sostegno possibile alla famiglia” dichiarano le segreterie territoriali.
“Ci auguriamo che la magistratura possa far luce sull’accaduto chiarendo cause e responsabilità qualora ci siano e nel contempo ci impegniamo a chiedere un incontro all’azienda. Da parte nostra continueremo ad impegnarci per mantenere alta l’attenzione e pretendere più sicurezza nei cantieri – aggiungono, – ma occorre la volontà di tutti perché tragedie simili non avvengano più, a partire dagli investimenti in formazione e prevenzione, dal rafforzamento dei controlli e delle sanzioni e dall’adozione di tutte quelle misure che da tempo chiediamo al governo per migliorare e qualificare un settore che resta tra i più a rischio.”