Gravissimo dopo l’incidente, Lentate fa il tifo per Leonardo Stucchi, l’ingegnere 31enne ricoverato all’ospedale “San Gerardo” di Monza dopo l’impatto con un’auto a Nova Milanese mentre era in sella alla sua moto.

In ospedale dopo l’incidente a Nova Milanese

Il tremendo schianto contro un’auto guidata da un 82enne residente a Nova era avvenuto l’8 novembre intorno alle 8.20. In base alle ricostruzioni della Polizia locale, parrebbe che la vettura fosse sbucata dallo stop di via Leopardi per immettersi sulla SS 527, ma in direzione Varedo anziché verso Monza come impone la segnaletica stradale. Il pensionato non si sarebbe accorto che in quel momento da sinistra sopraggiungeva la «Suzuki» con in sella il centauro lentatese e l’impatto è stato inevitabile. Le condizioni del 31enne sono da subito apparse molto gravi. Dopo averlo stabilizzato, i soccorritori l’hanno trasportato in codice rosso all’ospedale “San Gerardo” di Monza. Sottoposto a più interventi chirurgici, Stucchi è tuttora ricoverato in Rianimazione in coma farmacologico, ma negli ultimi giorni ci sono segnali che fanno ben sperare.

I genitori: “Grazie a chi ci sta vicino, ci sono segnali che ci fanno sperare”

“All’inizio le sue condizioni erano molto critiche, ora ci sono segnali di miglioramento. Bisogna solo avere pazienza. Non finiremo mai di ringraziare chi l’ha soccorso e l’equipe del “San Gerardo” che ha davvero fatto l’impossibile e ci ha permesso di continuare a sperare”. Sono fiduciosi i genitori Tina Prada e Giuliano, che ringraziano chi li sta sostenendo in questo momento difficile: “Gli amici di Leo sono stati davvero fantastici, ci fanno sentire ogni giorno la loro vicinanza, sono sicuri che si riprenderà e lo speriamo tanto anche noi”.

Leggi anche:  Segrate, si è costituito il pirata della strada

SERVIZIO COMPLETO SUL GIORNALE DI SEREGNO IN EDICOLA E ONLINE DA OGGI, MARTEDI’ 4 DICEMBRE 2018

LE ALTRE NOTIZIE PIU’ LETTE DI  OGGI 

Travolto da auto pirata, migliorano le condizioni del giovane Samuele Solinas

Trentenne segregata e violentata tutta notte in un locale

Carnate ha reso omaggio a Lorenzo Bernabovi