Guidava con una targa clonata, arrestato pregiudicato di 65 anni. L’italiano è stato fermato dai Carabinieri di Concorezzo.

Un anno e cinque mesi di reclusione da scontare

L’arresto è avvenuto nella giornata di martedì, quando i Carabinieri di Concorezzo hanno rintracciato e arrestato un italiano di 65 anni, pregiudicato, poiché colpito da ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare. Un ordine emesso dalla Procura generale della Repubblica, presso la Corte d’Appello di Milano. L’uomo deve scontare la pena di un anno e cinque mesi di reclusione, inflittagli per l’unificazione di pene concorrenti che comprende il reato di fuga e omissione di soccorso alle persone ferite in seguito a un incidente stradale avvenuto nel 2011 a Bergamo (un incidente stradale che ha visto il 65enne coinvolto unitamente ad un’altra autovettura) e falsità materiale commessa dal privato, reato questo risalente al 2007. L’uomo nella circostanza era riuscito a clonare la targa di un’autovettura e con questa circolare liberamente per il territorio lombardo. Le infrazioni del Codice della strada giungevano quindi al reale possessore della targa clonata che, ignaro della situazione, si vedeva recapitare i verbali delle infrazioni contestate. Al termine delle formalità di rito, il 65enne è stato tradotto presso il proprio domicilio dai Carabinieri.