Nel giro di un’ora ha messo a segno due scippi a Sesto San Giovanni, strappando le catenine dal collo di due donne. Ma grazie a una brillante indagine lampo gli uomini della Polizia di Stato sono riusciti a risalire all’identità del malvivente e fermarlo la mattina seguente. Si tratta di egiziano di 42 anni, pregiudicato.

Il primo colpo è avvenuto a Restellone

I due colpi sono stati consumati nella mattinata di lunedì tra le 11.45 e le 12.30. Nel primo caso l’egiziano ha pedinato una donna di 43 anni fino al suo condominio, in via Boccaccio. Appena ha aperto il cancello, il malvivente si è avventato sulla sua vittima, strappandole le collanina dal collo, un monile in oro del valore di circa 1.000 euro. La scena è stata ripresa dalle telecamere dell’impianto di videosorveglianza del condominio. Dalle immagini si vede lo strappo e si sente l’urlo della donna. L’azione è durata una manciata di secondi, dopo di chè lo scippatore si è dileguato.

Scippata anche una 73enne di Rondinella

Ma non si è fermato lì. Poco meno di un’ora dopo ha messo a segno un altro colpo, non molto distante dal primo scippo, in un condominio di via Monte Grappa. In questo caso, dopo averla pedinata, si è spinto fin dentro il cortile del condominio ed è saltato al collo della vittima, una donna di 73 anni, quando quest’ultima stava per salire sull’ascensore, prendendo la catenina del valore di circa 1.500 euro. Nessuna delle vittime ha per fortuna riportato lesioni.

Leggi anche:  Incidente mortale all'alba GALLERY

Incastrato dalle telecamere del condominio

Gli uomini del Commissariato di via Fiume si sono messi subito sulle tracce del malvivente dopo aver ricevuto la telefonata da parte della prima vittima. Grazie alle immagini delle telecamere i poliziotti hanno subito riconosciuto l’autore per i suoi numerosi precedenti penali e di polizia. Le ricerche dell’egiziano sono proseguite per tutta la giornata, fino alla mattina successiva quando, intorno alle 7.30, è stato rintracciato dagli agenti di Polizia in via Unità d’Italia, in  compagnia di uno straniero con precedenti di polizia.

Era uscito di prigione da pochi mesi

Accompagnato in Commissariato, lo scippatore, cha ha precedenti per numerosi furti aggravati, rapina, reati concernenti violazioni del testo unico in materia immigrazione, indebito utilizzo di carte di credito ed evasione, ha ammesso le proprie responsabilità agli agenti ed è stato sottoposto a fermo. E’ emerso anche che l’egiziano era stato scarcerato dalla Casa Circondariale di Monza lo scorso 18 aprile 2018, dove era finito con l’accusa di concorso in rapina aggravata, e che in passato aveva usato nove alias per sfuggire all’identificazione.