Un residente di origine marocchina aggredisce un connazionale mandandolo in ospedale. La violenta colluttazione domenica mattina in via Fratelli Cervi a Trezzo.

Marito geloso aggredisce il connazionale

“Hai importunato mia moglie”; questa la frase che, a suo dire, si è sentito rivolgere un 47enne di origine marocchina da un connazionale, prima di ricevere in faccia un pugno che l’ha mandato al tappeto.

La dinamica

Il fatto è avvenuto domenica, verso le 11.30 in via Fratelli Cervi. La vittima, domiciliata in città a casa del fratello, residente nella stessa via, in quel momento si trovava in strada ad aspettare alcuni amici per andare a fare colazione. A un certo punto si è sentito chiamare e si è trovato davanti il connazionale, che, a suo dire, con fare adirato, l’ha prima accusato di aver importunato la moglie e poi l’ha colpito al volto.

La vittima salvata dall’arrivo degli amici

Il quarantasettenne ha perso i sensi ed è finito a terra. “Per fortuna sono arrivati i miei amici ad allontanarlo, altrimenti sarebbe finita male”, ha dichiarato la vittima. L’uomo è stato quindi portato all’ospedale di Vaprio per ricevere le cure del caso. I medici gli hanno medicato il volto e dichiarato le ferite guaribili in sette giorni.

Leggi anche:  Incendio a Concorezzo, ditta in fiamme VIDEO E FOTO

Dopo l’aggressione è scattata la denuncia

Il giorno seguente, accompagnato dal fratello, il quarantasettenne è andato in caserma a sporgere denuncia per aggressione.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere le altre notizie del giorno.