Un vero e proprio mistero avvolge la vicenda del furto della statua della Madonna di via Crippa a Montesiro, avvenuto lo scorso mercoledì. Ad accorgersi della scomparsa è stata Carla Riva che ha avvisato prontamente tutto il vicinato incredulo.

Da anni punto di riferimento della comunità

La Madonnina della grotta era considerata da anni punto di riferimento di tutta la comunità montesirese. Fortemente voluta dai residenti, la statua era stata acquistata più di quarant’anni fa, inserita in una grotta all’interno di un piccolo giardinetto e benedetta dall’allora parroco della frazione, don Piergiorgio Fumagalli. Un luogo di incontro, di fermata, in cui ogni maggio era divenuta tradizione celebrare il rosario.
“Non è il primo caso, abbiamo già sentito di furti del genere e si tratta sempre di rappresentazioni della Madonna, come dimostra il fatto che la statuetta di Bernadette, anch’essa collocata nella grotta, non sia stata trafugata. Questo rappresenta uno vero e proprio sfregio per la nostra comunità e non riusciamo a comprendere le motivazioni” lamentano i residenti.

Leggi anche:  Incidente nel tunnel: miracolati donna di Paullo e "samaritano" di Carate

I fedeli non si lasciano abbattere

Cosa riserva ora il futuro per la grotta ormai rimasta vuota? “Abbiamo intenzione di acquistare una nuova statua e farla nuovamente benedire, così da continuare una tradizione a noi molto cara e ritrovare il nostro punto di riferimento”.