I detenuti del carcere di Opera si mobilitano per il rifugio di Animare Onlus. Venerdì 7 giugno porteranno in scena un musical il cui ricavato andrà al canile di Limbiate

I detenuti del carcere di Opera si mobilitano per Animare Onlus

I detenuti del circuito alta sicurezza del carcere di Opera si mobilitano per aiutare i cani del rifugio di Animare Onlus. Proprio per raccogliere fondi destinati alle cure dei quattrozampe, porteranno in scena lo spettacolo “Felicità e pace in questo mondo”. Per assistere alla rappresentazione basta recarsi venerdì 7 giugno alla casa di reclusione di Milano, in Opera via Camporgnago 40.

Fondi per le costose cure veterinarie dei cani con gravi patologie

La serata inizierà con un aperitivo, poi alle 20,30 la rappresentazione con la regia di IsaBeau, che ha già diretto i detenuti attori in musical di successo. I fondi raccolti con lo spettacolo saranno impiegati in particolare nelle costose cure veterinarie di alcuni cani con patologie gravi, di cui si prende cura Animare Onlus. Questo è anche l’inizio di un progetto che ha l’obiettivo di creare un canile all’interno della casa di reclusione di Opera.

Leggi anche:  Ciclista trovato a terra riverso in una aiuola: è gravissimo FOTO

Progetto “Mi liberi”?

Il progetto nasce dalla volontà di destinare il ricavato delle esibizioni della scuola di Musical della casa di reclusione di Opera, a canili in stato di “emergenza” e si propone di portare una nuova speranza a tutti gli animali che vivono in condizioni di abbandono, supportando i volontari e le Onlus che se ne prendono cura.

La scuola di Musical

La scuola di Musical nasce da un’idea della regista e cantautric IsaBeau. Propone rappresentazione “di valore” che vedono protagonisti, come attori, i detenuti del circuito Alta Sicurezza della Casa di Reclusione Milano Opera. Negli anni sono molti gli spettacoli andati in scena sia nelle carceri che presso altri teatri.

Animare Onlus

L’associazione Animare Onlus è nata nel 2011 con l’intento di tutelare gli animali e di indirizzare la collettività e gli enti pubblici verso una
migliore convivenza con il mondo animale. Dal 2014 gestisce, grazie ai suoi volontari, un rifugio per cani di via Gorki, a Limbiate, convenzionato con diversi comuni.