Il campo da calcio si trasforma in… pista d’atterraggio per l’elisoccorso. Importante accordo tra il Comune di Bellusco e Areu, l’Agenzia regionale emergenza urgenza.

Aiuto notturno, ma non solo

Il Comune di Bellusco ha messo a disposizione di Areu (l’Agenzia regionale emergenza urgenza) un nuovo punto di atterraggio per l’elisoccorso. Si tratta del campo da calcio di via Dolomiti: il via libera all’accordo è arrivato nel corso del Consiglio comunale di giovedì sera, cui ha preso parte anche il medico Roberto Stucchi. Quest’ultimo ha illustrato l’importanza di avere un nuovo punto di atterraggio non solo per Bellusco, ma in generale per tutto il territorio vimercatese.

«Purtroppo abbiamo visto dalle statistiche che tanti incidenti si verificano nella zona della Sp2 (ultimo, il drammatico incidente che sabato è costato la vita ad Alberto Brambilla, ndr), quindi era importante avere un punto di atterraggio nelle sue vicinanze – spiega il sindaco di Bellusco Mauro Colombo – L’Asd Bellusco si è resa disponibile per la convenzione e siamo molto soddisfatti di poterla concretizzare».

Per quanto concerne gli effetti concreti dell’accordo, l’assise è stata relazionata dal dottor Stucchi: «Di giorno l’elisoccorso può atterrare in diverse zone del paese, mentre la sera le cose cambiano. Avere un punto d’appoggio come quello del campo da calcio renderà le manovre d’atterraggio più semplici e fornirà un servizio anche ai Comuni limitrofi». Sarà possibile, ad esempio, soccorrere una persona in ambulanza e trasportarla fino all’elicottero, accorciando i tempi di arrivo in ospedale.