“Siamo politici onesti e per bene, il pubblico ministero non ci intimidisca”. Parole destinate a far discutere, messe nero su bianco in un comunicato diffuso dal consigliere Alessandro Cagliani, di Vimercate, esponente della lista di opposizione “Noi per Vimercate”.

La risposta di Cagliani al sostituto procuratore di Monza

Il politico ha così voluto rispondere a distanza al sostituto procuratore di Monza Salvatore Bellomo. Quest’ultimo, titolare dell’indagine “Domus aurea”, che ha portato in carcere, tra gli altri, anche il noto costruttore Giuseppe Malaspina, in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’operazione, aveva di fatto preannunciato possibili ulteriori sviluppi anche in altri comuni del territorio del Vimercatese. Come a dire” Politici e amministratori, state attenti perché stiamo arrivando”.

Un avvertimento generalizzato, che non è piaciuto a Cagliani, che ha replicato per le rime chiedendo rispetto per chi svolge il proprio lavoro di amministratore locale in modo corretto e per pochi euro al mese.

Bufera in Consiglio

Il caso Malaspina ha creato grande scompiglio in Consiglio comunale  a Vimercate. Lo stesso Cagliani e gli altri consiglieri di opposizione mercoledì scorso hanno abbandonato la seduta in aperta polemica con il sindaco Francesco Sartini, 5 Stelle, per un post su Facebook.

Leggi anche:  Emis Killa è diventato papà: l'annuncio su Instagram

Tutti i particolari in un ampio servizio di tre pagine sul Giornale di Vimercate in edicola domani e sull’edizione digitale sfogliabile.