Si è divincolata, lo ha messo in fuga, lo ha rincorso, lo ha fatto arrestare e poi ha raccontato la storia per mettere in guardia altre donne e soprattutto per invitarle a denunciare, sempre. Un grande esempio quello di Sofia Zuccalà, 26 anni, di Arcore.

Aggredita ad Oreno di Vimercate

La giovane giovedì scorso è stata aggredita in pieno giorno, da un maniaco a Oreno di Vimercate. L’uomo l’ha afferrata alle spalle e l’ha toccata nelle parti intime. Lei si è ribellata, l’ha messo in fuga e, dopo aver chiamato i carabinieri, lo ha fatto acciuffare.

Si tratta di un 49enne, residente nel Vimercatese, che nei giorni precedenti aveva molestato anche alcune ragazzine delle scuole medie a Concorezzo.

Sofia ha poi girato un video per invitare le donne a denunciare sempre episodi di molestie o, peggio ancora, violenze sessuali.

Un appello che ha sortito gli effetti sperati

Grazie all’appello fatto tramite giornali e web da parte di Sofia Zuccalà,  altre due donne si sono presentate presso gli uffici di via Damiano Chiesa, a Vimercate, denunciando di esser state vittima del palpeggiatore. Nei giorni scorsi sono state risentire le precedenti denuncianti di analoghi episodi per una più precisa descrizione. In totale i militari hanno raccolto le testimonianze di 8 eventi avvenuti dal 9 all’17 dicembre in danno di altrettante giovani donne e minori, fatti avvenuti, oltre che nel comune di Vimercate anche in quelli di Monza e Concorezzo.

Leggi anche:  L’ultimo commosso saluto a Simone Pederzoli FOTO

 

AMPIO SERVIZIO SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA A PARTIRE DA STAMATTINA, MARTEDI’ 24 DICEMBRE 2019