A Seregno imprenditore aggredito e rapinato da un bandito armato.

Momenti di terrore al Lazzaretto

A Seregno imprenditore aggredito e rapinato da un bandito armato di pistola. E’ successo nei giorni scorsi al Lazzaretto, la vittima è un 72enne titolare di un’azienda a Lissone. Mentre rincasava in auto, modello “Bmw”, nel cortile si è imbattuto in un bandito armato di pistola, forse un giocattolo, che gli ha ordinato di consegnargli i soldi. “Sparami” ha risposto con coraggio e sangue freddo l’imprenditore, poi afferrato e trascinato fuori dalla macchina.

L’allarme ha messo in fuga il bandito

Durante l’aggressione la vittima è inciampata e rovinata a terra. Aveva in tasca il telecomando dell’antifurto sonoro che, all’impatto con il suolo, è scattato. Il rapinatore è stato così costretto a fuggire, non prima di aver rubato le chiavi di casa del seregnese rimasto leggermente ferito a causa della caduta. Sul posto sono subito accorsi i Carabinieri e l’ambulanza del “118” per soccorrere il ferito, che lamentava contusioni in varie parti del corpo.

Leggi anche:  Misteriosa aggressione a due prostitute

L’intera ricostruzione della rapina al Lazzaretto e le fotografie sul Giornale di Seregno in edicola questa settimana.