Ieri mattina erano morti due giovani ad Alzaia Naviglio, la sera nuovo incendio a Milano.

Incendio a Milano, un uomo in fin di vita e diversi feriti

Vigili del fuoco e ambulanze a sirene spiegate ieri sera intorno alle 23 in via Amedeo a Milano. Per cause ancora da accertare, le fiamme hanno invaso un appartamento al secondo piano di un condominio. I primi ad arrivare sul posto sono stati gli uomini della caserma di Lambrate Bis, che sul posto hanno trovato due persone. La prima in forte stato si shock, in piedi, con ustioni agli arti e al volto, l’altra (un uomo di mezza età) a terra privo di sensi in arresto cardiaco. Altre due persone sono state intossicate dal fumo.

Condizioni gravissime

Il più grave dei soccorsi è l’uomo in arresto cardiaco, rianimato sul posto dai poliziotti e dal personale sanitario e portato d’urgenza alla Clinica Città Studi dov’è stato ricoverato in rianimazione in condizioni gravissime. L’uomo ustionato invece è stato trasportato al Niguarda. Tre gli appartamenti inagibili: quello da cui è partito l’incendio, quello affianco e quello al piano superiore.

Leggi anche:  Drammatico tamponamento, Valassina bloccata

Secondo incendio in 24 ore

Ieri mattina un’altra tragedia dovuta alle fiamme ad Alzaia Naviglio, dove intorno alle 3.30 è deceduta una giovane coppia a causa delle fiamme divampate nel sottotetto dell’abitazione. Le vittime, Luca Manzin di 29 anni e Rosita Capurso di 27 sarebbero state sorprese nel sonno e, sembra, sarebbero decedute a causa del fumo. Il corpo di lei è stato ritrovato carbonizzato, quello del compagno con pesanti ustioni sulle gambe.