Incendio a Varedo | Fiamme domate e Monza Saronno aperta al traffico. Molti automobilisti, però, incuriositi, si sono fermati per osservare i danni provocati dal rogo e hanno causato rallentamenti.

Incendio a Varedo | Fiamme domate e provinciale aperto al traffico

Incendio a Varedo

Il devastante incendio è divampato poco dopo le 20 di ieri sera, sabato 5 gennaio a Varedo, in via Circonvallazione, lungo la strada provinciale Monza – Saronno. Incessante il lavoro dei Vigili del fuoco per tentare di domare le fiamme. I pompieri, infatti, hanno dovuto operare per tutta la notte e anche questa mattina, domenica 6 gennaio, alle 10.30 c’erano due autopompe sul posto. Una era posizionata di fronte al megastore di articoli per bambini, La Chiocciola. L’altra, invece, sul retro, dove si trova un’abitazione andata a fuoco nel rogo.

Questa mattina, però, è stata riaperta alla circolazione la strada. Si sono registrati rallentamenti, tuttavia, perché molti automobilisti incuriositi dall’edificio completamente divorato dalle fiamme, si sono fermati bloccando parzialmente il flusso di autovetture in transito lungo la frequentata strada provinciale. Sul posto, il sindaco di Varedo Filippo Vergani, ha comunicato di aver chiamato immediatamente il titolare del superstore, il quale, fuori città, l’ha rassicurato di tornare in città prima possibile. L’uomo, infatti, sta rientrando in queste ore dall’estero. Probabilmente i Vigili del fuoco dovranno lavorare ancora per tutta la giornata di domenica. Sul posto anche gli addetti delle aziende del gas e dell’energia elettrica che hanno staccato le utenze per agevolare senza rischi il completamento delle operazioni.

Leggi anche:  Terrore sul bus dei bambini: voleva fare una strage FOTO

Incendio a Varedo | Fiamme domate e provinciale aperto al traffico

L’interno del megastore

Ecco, in anteprima, le fotografie scattate all’interno del negozio andato in fiamme ieri sera. Come si può chiaramente osservare da questi primi scatti fotografici, sembra davvero che nulla si sia salvato. Se non proprio nulla, ben poco è riuscito a restare indenne dopo il rogo violento che è divampato ieri poco prima delle 20. Quello che resta, insomma, è un cumulo di macerie circondato da lastre in metallo piegate.