La chiesa è pericolante e la parrocchia è corsa ai ripari. Da questa mattina all’ex oratorio maschile di Lissone sono in corso le operazioni di messa in sicurezza di parte della struttura.

La chiesa è pericolante e anche la croce

Le operazioni di messa in sicurezza, dopo il maltempo della scorsa settimana che aveva causato danni strutturali alla chiesa di San Luigi in via Don Colnaghi, riguarderanno soprattutto la copertura del tempio.

Lo scorso giovedì, a seguito della caduta di alcuni grossi calcinacci e tegole dal tetto, i Vigili del fuoco di Lissone avevano messo in guardia sullo stato di salute della grossa croce in cemento in cima alla facciata.

Il manufatto, a causa del tempo e delle intemperie, aveva infatti iniziato a manifestare alcuni segni di cedimento dondolando pericolosamente.

Proprio per questo motivo il Comando della Polizia locale aveva interdetto via Don Colnaghi davanti all’oratorio, nel tratto tra via Mazzini e via Mameli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA