Il regista Mimmo Calopresti racconta Morgan, passando con lui una due giorni tra il palco e la sua città di origine, ovvero Monza.
Il musicista – Morgan alias Marco Castoldi – sarà filmato “in presa diretta”, senza finzioni nè sceneggiati costruiti. Il risultato sarà un film documentario della durata di trenta minuti, che andrà a costituire la quinta puntata di “Cani Sciolti” la serie di ritratti di artisti senza etichette né redini, difficilmente inquadrabili e controcorrente, firmata dal regista calabrese-torinese Mimmo Calopresti , e prodotta da Loft Produzioni, la nuova piattaforma tv della Società Editoriale Il Fatto.

Sabato 19 maggio la telecamera seguirà l’artista tra backstage e palco, in occasione dell’atipico concerto serale che terrà al “Bloom” di Mezzago, insieme al musicista rock inglese MegaHertz (apertura al pubblico ore 22, inizio concerto ore 23). Domenica 20 maggio Calopresti scoprirà Morgan nei suoi luoghi in città, le riprese sono previste nella zona di via Bergamo (l’orario non è stato comunicato).

Domenica sera, dopo le riprese, Morgan sarà dalle 20.30 al teatro Binario 7 in qualità di ospite d’onore di “Parole aperte”, il contest di scrittura ideato dall’Associazione Hemingway & Co.. Con lui anche, tra gli altri, Paolo Rossi e il sindaco di Monza Dario Allevi saranno tra i giurati per la finale del contest, che verdà tra otto scrittori contendersi il primo posto.

Leggi anche:  Nasconde la droga tra la legna limbiatese arrestato per spaccio

La realizzazione di Cani Sciolti a Monza con Morgan ha il coordinamento di Old Cinema, piattaforma e hub sulle nuove citylab del cinema. Il progetto è stato presentato da Ambra Craighero di Old Cinema e da Dario Lessa dell’Associazione Hemingway & Co promotrice del contest “Parole Aperte” (nella foto)