Dopo lo stop temporaneo alle corse sulla linea ferroviaria Seregno-Carnate il consigliere regionale del Pd Luigi Ponti chiede un ripensamento sulla decisione.

Grande preoccupazione per i pendolari

Sull’asse Seregno Carnate corrono ormai da diverse settimane dei bus sostitutivi: una situazione temporanea che molti pendolari temono possa diventare definitiva. Per questo è stato chiesto in Regione un monitoraggio costante per evitare che si arrivi a questa soluzione, che nessuno uspica.

«L’impegno e l’attenzione che abbiamo investito sulla linea Seregno-Carnate stanno dando i primi frutti – ha commentato il consigliere regionale del PD Luigi Ponti – Raccolgo positivamente l’impegno espresso dall’assessore Claudia Terzi di impedire che la chiusura provvisoria della linea, con l’introduzione di bus sostitutivi, possa trasformarsi in un provvedimento definitivo. Terzi ha infatti dichiarato che la linea non verrà chiusa e, non appena saranno recuperati i nuovi convogli promessi per superare l’emergenza regionale, il servizio potrà essere ripristinato. Continuerò a seguire con attenzione le fasi di monitoraggio perché ritengo fondamentale riaprire al più presto il servizio passeggeri e quindi fare in modo che la tratta sia mantenuta nell’interesse dei comuni e del servizio pubblico».

Una linea non particolarmente battuta dai pendolari ma che con l’introduzione dei bus ha visto un aumento significativo dei tempi di percorrenza della tratta molto trafficata durante tutto l’arco della settimana.