Paolo Migliorini, ex agente della Polizia locale monzese, oggi comandante dalle parti di Pisa, protagonista di un episodio ancora da chiarire.

Lite con la compagna in piena notte

Paolo Migliorini

Paolo Migliorini, ex agente della Polizia locale monzese, poi vicecomandante a Pisa (sua città di origine), oggi è comandante a Cascina, un Comune nei dintorni del capoluogo toscano.

Migliorini era arrivato in Toscana nel 2011 dopo che per oltre dieci anni aveva prestato servizio al comando monzese (in città al liceo Zucchi si era anche diplomato).

Nella serata fra il 26 e il 27 luglio 2018 ha avuto un acceso litigio con la sua compagna, nella sua casa di Pisa. la donna se n’è adata, poi è tornata sotto casa in piena notte e ha cominciato a dare in escandescenze.

Il sindaco gli ha tolto la pistola

A seguito dell’intervento delle volanti della Polizia di stato, la Questura ha chiesto l’indomani al sindaco di Cascina, Susanna Ceccardi, di ritirare l’arma di servizio a Migliorini.

Leggi anche:  Travolto e ucciso da un treno a Bergamo. Bloccata la circolazione ferroviaria

Nella relazione della Questura si parla di ferite riportate dalla donna, al naso e a un dito (fratturato). Ma la versione dei due coinvolti sembra convergere su uno scenario differente: nessuna colluttazione, Migliorini sarebbe rimasto barricato in casa, la compagna si sarebbe ferita nello sfogarsi contro alcuni cartelli stradali.

Coincidenze fra Brianza e Toscana

Curiosamente, già ieri ci eravamo occupati di un collegamento fra Brianza e Toscana, con Monza sempre protagonista, così come pure la Polizia locale. In quel caso parlavamo dell’ex comandante Alessandro Casale trasferitosi a Firenze e oggi in “guerra” coi sindacati locali.